Mi ha molto colpito il video di Repubblica TV sulla mamma dei sospetti terroristi di Cambrils.

Cattura

Guardandolo mi sono tornate alla mente le parole del Cardinal Martini, in un articolo apparso sul Corriere della Sera nell’agosto del 2003, di ritorno dalla Terra Santa.

“Se ciascun popolo guarderà solo al proprio dolore, allora prevarrà sempre la ragione del risentimento, della rappresaglia, della vendetta. Ma se la memoria del dolore sarà anche memoria della sofferenza dell’altro, dell’estraneo e persino del nemico, allora essa può rappresentare l’inizio di un processo di comprensione”.

Uno sguardo di certo non facile da fare nostro. Ma forse l’unico capace di far intravvedere una luce in questo buio.