Archivi tag: Vinonuovo.it

L’ira dei giusti? Nella Bibbia non c’è!

Mi ha incuriosito leggere i titoli delle testate online che, riportando il post su Facebook di Matteo Salvini dopo la sentenza in merito al sequestro dei beni della Lega – “Temete l’ira dei giusti” – lo qualificavano come una citazione biblica.

Sono così andato a cercare dove il testo biblico riportasse quella citazione, e con mia grande sorpresa ho constatato che questa espressione nella Bibbia non c’è! Sono andato a consultare l’ultima traduzione CEI del 2008, la precedente versione del 1974, la Traduzione interconfessionale in lingua corrente del 1985, ma nulla.

Non solo non vi è traccia di queste precise parole, ma nemmeno di qualcosa di simile. Una frase che in qualche modo rispecchi quel concetto. Zero. Continua a leggere L’ira dei giusti? Nella Bibbia non c’è!

“La tua vita non è stata senza senso!” – Lettera a Michele, ucciso dal lavoro che non c’è.

È di questi ultimi giorni la diffusione della lettera con cui Michele, un giovane friulano, spiega il gesto estremo di togliersi la vita, motivato dal precariato lavorativo e dall’assenza di prospettive per il futuro. Mi ha molto toccato questa vicenda e ho così voluto a mia volta scrivere a Michele.

Ciao Michele,
ho letto la lettera con la quale hai deciso di salutare questa vita e le persone a te più care. Scusami, non sono riuscito a rimanere indifferente.
Sarà che abbiamo più o meno la stessa età e il mondo di cui parli è lo stesso nel quale sono cresciuto e vivo. Sarà che sono pienamente consapevole che, con un po’ meno fortuna di quella che ho avuto, avrei potuto essere tranquillamente io a scrivere quelle righe. Continua a leggere “La tua vita non è stata senza senso!” – Lettera a Michele, ucciso dal lavoro che non c’è.

Le nostre parrocchie sono un ambiente tossico?

le-nostre-parrocchie-sono-un-ambiente-tossico

Girovagando tra i post su Facebook mi sono imbattuto in questa immagine che elenca alcuni sintomi di un ambiente di lavoro tossico. Per deformazione professionale, mi è venuto spontaneo provare ad applicarla alle nostre realtà parrocchiali. D’accordo la parrocchia non è (solo) un ambito lavorativo, è molto di più. È il luogo dove si lavora per rendere presente il Vangelo in quel pezzo di mondo. Per questo, mi viene da dire, a maggior ragione una parrocchia ha bisogno di essere un luogo in cui si sta bene e si lavora bene. Tanto più che portare il Vangelo non è un prodotto da vendere ma una vocazione che si realizza nella misura in cui è possibile riconosce una testimonianza credibile. Continua a leggere Le nostre parrocchie sono un ambiente tossico?

Mio figlio non va più a Messa. Che fare?

Propongo qui una mia sintesi dell’incontro, promosso dall’Azione Cattolica Ambrosiana, tenutosi lo scorso 16 ottobre a Desio (MB)  sul tema “mio figlio non vuole andare a Messa, che fare?”. A prendere la parola sono stati don Enrico Castagna, pro rettore del Seminario diocesano, e la prof.sa Alessandra Augelli, docente di pedagogia presso l’università Cattolica di Milano. È possibile recuperare le registrazioni dell’incontro sul sito dell’AC di Milano cliccando qui.

 

La questione, molto concreta, chiede di tenere conto di molteplici aspetti. Un primo elemento da considerare è come la “ribellione” del figlio chiami anzitutto in causa le motivazioni che muovono noi adulti a partecipare alla Messa e ci chieda di prenderne consapevolezza. La prima domanda da porci allora è: che significato ha per me andare a Messa? Cosa ci trovo? Cosa rappresenta per la mia vita? I ragazzi, anche quando lo rifiutano, percepiscono ciò a cui teniamo e le motivazioni che vi stanno dietro. Continua a leggere Mio figlio non va più a Messa. Che fare?

La sfida di Fabrizio Corona

A seguito degli ultimi sviluppi giudiziari è per l’ennesima volta tornato in auge il nome Fabrizio Corona. Non solo tra gli articoli di cronaca, ma anche nelle discussioni dei più giovani: mi ha sempre colpito come le vicissitudini di questo personaggio non passino mai inosservate da parte degli adolescenti, e questo mi porta a qualche riflessione. Prima di cimentarmi però è importante una premessa: tutto ciò che qui proverò a dire non si riferisce all’uomo Fabrizio Corona che non conosco e non mi permetto di giudicare. Si rivolge invece all’immagine, all’aura che il nome di Fabrizio Corona richiama e porta con sé, all’idea che, a torto o a ragione, ad ognuno di noi suscita questo personaggio.

Fabrizio Corona è senza dubbio l’emblema di un preciso modo di intendere l’esistenza. La personificazione dell’uomo che si fa beffe di ogni regola, che sfida e denigra l’ordine costituito a vantaggio del proprio interesse Continua a leggere La sfida di Fabrizio Corona